Menu
Breitling SuperOcean Chronograph “Slow Counter” Ref. 2005

Breitling SuperOcean Chronograph “Slow Counter” Ref. 2005 Trattativa riservata

Materiale: Acciaio
Seriale:  XXXXXXX
Referenza: 2005
Anno: 1964
Calibro: Manuale
Scatola e Garanzia: No

Nella storia della produzione degli orologi nel mondo oramai più che secolare, Noi della Gioielleria Bonanno abbiamo già evidenziato come grandi e pluridecorati brand che corrispondono al nome di Rolex,Patek Philippe ed Audemars Piguet abbiano saputo farsi apprezzare per una loro produzione a dir poco straordinaria, innovativa, esteticamente unica e soprattutto molto, molto efficiente.

Ma, come abbiamo anche raccontato di recente descrivendo altri segnatempo, non prodotti dal nobile trio ma parimenti di altissimo livello come lEl Primero Revival della Zenith, i loro competitors non si sono mai arresi in termini di qualità.

Per questa ragione oggi Noi della Gioielleria Bonanno Vi presentiamo e Vi raccontiamo un altro esempio di grande produzione orologiaia fuori dal famoso triangolo delle meraviglie, ecco a Voi in ambito vintage ilBreitling Referenza 2005 SuperOcean Chronograph “Slow Counter”.

La nascita della storia.

Quando si pensa alla maison Breitling, si pensa istintivamente a qualcosa che abbia a che fare con l’aviazione, come non pensarlo del resto con quelle ali d’airone stilizzate impresse nel logo?

In effetti la Breitling, azienda fondata nel 1884 a Saint-Imier in Svizzera nei pressi di Bernadall’ingegnere svizzero Leon Breitling, grande appassionato di meccanica e con lo scopo di creare cronometri e strumenti per orologiai, accresce la propria fama per aver fornito strumenti di volo essenziali ai piloti dellaRAF, la Royal Air Force di Sua Maestà la Regina del Regno Unito, montati sui cruscotti degli ormai leggendari Spitfire, i caccia monoposto dominatori dei cieli.

Ecco dunque il perché di quelle ali come logo, come una riconosciuta capacità di “saper volare” per la Breitling! Da quest’esperienza bellica nasce così lo storico Navitimer nei primi anni ’50, probabilmente l’orologio più iconico della casa e che ancora oggi è in vendita in differenti versioni.

Ma sebbene Breitling goda di questa indubbia e meritata fama in termini avionici, spesso ci si dimentica o si sottovaluta il contributo di Breitling agli orologi subacquei, addirittura ingiustamente osiamo dire!

Pertanto, proprio presentandoVi questo SuperOcean Referenza 2005, Noi della Gioielleria Bonannovogliamo rendere omaggio a questa linea quasi pionieristica di segnatempo, con il suo incredibile ed affascinante meccanismo a “contatore lento” ma anche celebrando il primo cronografo al mondo noto per il suo quadrante.

 

L’evoluzione dell’orologio acquatico nel dopoguerra.

Il forte sviluppo degli sport acquatici negli anni ’50, sospinto vieppiù dall’uso professionale non solo bellico degli anni precedenti, portò l’industria dell’orologeria mondiale a sviluppare una nuova gamma di orologi impermeabili dedicati più che altro all’attività ricreativa acquatica.

La Rolex, forte della sua celeberrima cassa Oyster impermeabile, è quindi la prima che lancia sul mercato il guanto della sfida. Siamo nel ‘53 allorquando presenta lo storico Submariner Referenza 6204, capace di resistere sino a 100 m. di profondità.

Qualche mese dopo, ma sempre nello stesso anno, la Blancpain raccoglie la tenzone presentando i suoi Fifty Fathoms, impermeabili a circa 91 m. di profondità.

Rolex rilancia e dunque nel ‘54 risponde addirittura con due nuovi Submariner: il 6200 e, poco dopo il Riferimento 6205 che arriva addirittura sino a 200 m. di profondità!

E la Brietling? Pur essendo concentrata al massimo nello sviluppo dei Navitimer sin dal 1938, decide di partecipare a questa gara quando, nel ‘57, ne lancia addirittura e simultaneamente due di modelli dal forte connotato tecnico, denominando entrambi SuperOcean.

Il primo SuperOcean è il Riferimento 1004, forte di movimento automatico a tre lancette. Il secondo invece è il SuperOcean Riferimento 807, un cronografo però dalla carica manuale. Ma come se non bastasse, arrivano anche loro a 200 m. di profondità, la Rolex è avvertita!

Per la cronaca, anche Omega lancia nel ‘57 il Seamaster 300 ed anche questo orologio arriva ai 200 m. di profondità!

Ed i primi due SuperOcean della Breitling somigliano molto agli Omega Seamaster 300 ad una prima occhiata ai quadranti: stessi indici triangolari, ad esempio, ma più grandi e dimensionati nei due “fratelli”.

La cassa è per entrambi impermeabile in acciaio da 38 mm., molto suggestivo il fondello a vite con le ali stilizzate della Breitling!

Il Movimento? E’ diverso per i due Riferimenti. Per il Riferimento 1004 c’è un calibro automatico ETA 2365 ribattezzato, con delle modifiche specifiche, dalla Breitling B125 o meglio ancora TransOcean: sarà utilizzato anche in un modello amagnetico per esploratori. Il Riferimento 807 invece adotta un Movimento della Venus 150.

Scovare adesso in giro per il mondo questi due primi riferimenti del SuperOcean è a dir poco complesso. Basti sapere infatti che un Riferimento 807 ha battuto ben 65K franchi svizzeri all’asta tematica Start-Stop-Reset alla Casa d’Aste Phillips, esattamente più del doppio della sua stima più alta!!

Ecco il SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter”

Siamo arrivati quasi a metà degli ‘60, è il 1964 ed i due Riferimenti 1004 e 807 chiudono i battenti a favore di un modello nuovo di zecca: il Riferimento 2005 e la sua funzione “Slow Counter”.

Prima di entrare nelle sue specifiche descrittive come sempre, un dettaglio per Voi. Anche se questo splendido orologio è stato presentato ufficialmente nel 1964, Noi della Gioielleria Bonanno siamo a conoscenza di una produzione iniziata anche prima, nel ‘61, e che l’assemblaggio finale e la relativa commercializzazione delSuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” sia appunto avvenuta solo alcuni anni dopo.

Una cosa è comunque certa: il nuovo SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” stupisce il mondo di quel periodo perchè è dotato sul quadrante di una funzione molto interessante per misurare la durata dell’immersione.

Infatti si rileva sul quadrante una sola lancetta dei minuti per misurare la durata di un’immersione, tale scelta viene spiegata in quel periodo dalla casa svizzera come la non rilevanza dei secondi per capire la riserva d’aria sott’acqua a disposizione dell’utilizzatore.

In realtà la lancetta dei minuti non si muove di scatto ma procede lentamente, quindi in realtà contando anche i secondi ma senza una lancetta specifica. Per questo motivo venne coniato dalla Breitling il termine Slow Counter!

Perciò, per porre ulteriore attenzione al conteggio dei minuti, ecco la vera sorpresa. Collocato poco sopra alle ore 6 in punto, nel SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” si evidenzia se il cronografo sia inserito o meno: c’è un indicatore che diventa giallo quando il cronografo è acceso ed uno nero quando è inattivo.

Per ottenere questo segnale visibile in immersione, Breitling infatti ha modificato pesantemente il Movimento Venus 188 in modo da offrire questo in italiano letterale “contatore lento”, che appunto misura solo i minuti trascorsi nel modo più chiaro possibile per chi lo abbia al polso: a dir poco geniale!

Spazio adesso alla descrizione del Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter”.

 

La Cassa.

La cassa del nostro Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” è in acciaio inossidabile, lucidissima ed ha un diametro di 42 mm. anzi, ad essere proprio precisi 41,5 mm. ed è spessa 14,5 mm., ovviamente tolta la corona di carica. Questa cassa è resistente all’acqua fino a 200 m.660 ft. erende quindi l’orologio dalle dimensioni abbastanza contemporanee. Inoltre, essendo dotata di una chiusura a vite ben salda, questa cassa è logicamente priva di spallette in quanto, sul lato destro, c’è il tipico spazio per i due pulsanti del cronografo con in mezzo la corona di carico. Il vetro è in classico plexiglass acrilico, decisamente resistente.

Il Fondello.

Il Fondello del Nostro Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” colpisce parecchio. E’ un fondello in acciaio che si fissa a vite alla cassa e si caratterizza per le sue incisioni. Nella parte internainfatti sono ben visibili tre scritte: al centro di esso in maiuscolo BREITLING WATCH ETD; sotto di essa la scritta SWISS sempre in maiuscolo ed in basso il numero di serie. La parte però più attrattiva è nella parte esterna di questo Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter”. Al centro di esso compare infatti a bella mostra il logo della Breitling con le famose ali stilizzate incise in un cerchio completo e, nella parte superiore dello stesso cerchio la scritta in maiuscolo BREITLING con, nella parte inferiore, sempre in maiuscolo, la scritta SUPEROCEAN! Infine, agli estremi della parte esterna del fondello, sempre comunque nella zona liscia che non ha le insenature della chiusura a vite, le scritte che ne certificano la qualità: sempre in maiuscolo e sopra il cerchio con il logo, la scritta WATERPROOF a sinistra ed a destra SWISS; in basso invece rispetto al cerchio stesso, 20 ATM (indicante le 20 atmosfere e dunque i 200 m. di profondità massima), e 600 FEET con, ancora più in basso, la Referenza dell’orologio, quindi il 2005.

Il Quadrante.

Il quadrante del Nostro Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” è bicolore: di colore nero al suo interno con la traccia però dei minuti, espressi in numerazione araba a decine, al suo esternoma su una base di colore bianco. Per indicare le ore compaiono dei vistosi indici a bastone al trizio ad ore 3, 6 e 9, a punti per il resto ed a triangolo inverso ad ore 12. Sono poi ben visibili cinque scritte, sempre di colore bianco sul quadrante nero e sono poste su righe differenti. Poco sotto ad ore 12 infatti c’è il logo della Breitling, la B in carattere bold. Segue la scritta BREITLING in maiuscolo e, sotto di essa, GENÈVE, sempre in maiuscolo ma con un carattere di dimensioni minori rispetto a quello del brand. Poco sotto le lancette invece, in corsivo, la suggestiva scritta SuperOcean sempre in bold della stesse dimensioni della scritta GENÈVE ed infine, sempre sotto ore 6, l’immancabile ed autentica scritta Swiss made T, che sancisce la qualità dell’orologio.

Procedendo, proprio sopra ad ore 6 c’è un’apertura a mò di cerchio completo o mini-disco, la vera attrazione del Nostro Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” che indica visivamente la funzione start-stop e return-to-zero del cronografo. Infatti, quando il cronografo è interrotto il cerchio è di colore Nero; quando il cronografo è in esecuzione il cerchio sarà di colore Giallo, grazie al trizio di cui è composto; quando infine il cronografo è in modalità di attesa, il cerchio sarà Nero ma con un punto al trizio Giallo. L’insieme poi dei grandi indici al trizio, alternando tondi e bastoni più il rettangolo, rendonoquesto quadrante una vera torcia al buio ma soprattutto sott’acqua!

Infine le lancette. Come accennato prima, su questo Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” le lancette delle ore e dei minuti sono divise in due settori ciascuna: sulla parte del quadrante di colore nero le ore, sulla parte in bianco i minuti. La loro struttura è in acciaio e larga, un pò più grandi della media delle lancette che compongono gli orologi di quel periodo. Hanno poi la parte finale a punta e sono smaltate di vernice bianco nella loro struttura esterna mentre nel mezzo c’è il solito trizio, luminescente al buio o sott’acqua. La lancetta del cronografo è più sottile rispetto alle altre due ma ha la parte finale, che indica i minuti d’immersione sul quadrante principale per una maggiore leggibilità, a forma di diamante ed è di grandi dimensioni.

Insolito infine notare come il Nostro Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter”, nonostante sia resistente all’acqua fino a 200 m.660 ft., sul quadrante non c’è alcuna traccia scritta di questo importante dettaglio.

La Lunetta (o ghiera).

La lunetta o ghiera del Nostro Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” è girevole ed è bidirezionale da 60 minuti, in alluminio di colore nero con la sola numerazione araba delle decine dei minuti di colore bianco. E’ una lunetta comunque di deciso impatto visivo perchè perde sì la concavità così speciale dei suoi fratelli Referenza 1004 ed 807 ma a favore di un look più classico, con la finezza estetica di una piccola perlina di trizio inserita a mezzogiorno.

 

I Tasti (o Pulsanti).

I tasti o pulsanti di questo Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” sono in acciaio lucido e finemente levigati, in classica modalità a pompa. Il pulsante superiore rispetto alla corona aziona e ferma la cronografia mentre quello inferiore azzera il conteggio dei minuti.

La Corona.

La corona di carica manuale di questo Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” è posta classicamente al centro dei due pulsanti del cronografo sul lato destro della cassa e misura 6 mm. di diametro. Sempre in acciaio, questa corona è finemente zigrinata con un superbo logo con la B di Breitling in rilievo in carattere bold.

Il Movimento (o calibro).

Il Movimento o calibro del Nostro Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” è a carica manuale ed ha a bordo un Movimento della Venus 188 ma ampiamente modificata dalla Breitling, lo scopo era quello di avere proprio la funzione “Slow Counter”. Un dettaglio: dato che nel 1966 la Valjoux acquistò la Venus, è possibile che in alcune monografie del Nostro SuperOcean Referenza 2005 troviate che tale Movimento venga denominato Movimento Valjoux 7731.

Parliamo comunque di un eccellenza, costruito con 17 rubini, con un meccanismo che protegge il tutto da eventuale caduta ed uno di scappamento a leva in linea retta. Inoltre ha un equilibrio monometallico regolato per resistere agli sbalzi di temperatura, oltre che ad una molla di bilanciamento Breguet in acciaio brunito autocompensante.

Il Bracciale.

Il Bracciale del Nostro Breitling SuperOcean Referenza 2005 “Slow Counter” si caratterizza per essere in pelle nera, con fibbia ad ardiglione in acciaio inossidabile dove è visibilmente impresso il logo della casa con le famose ali stilizzate.

Richiedi Informazioni

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del regolamento ue n.2016/679 – GDPR, presto inoltre specifico consenso al trattamento dei dati personali per le finalita pubblicitarie/promozionali come al paragrafo 2.2 dell'informativa sulla privacy

Apri chat
Serve aiuto?
Salve, come possiamo aiutarla?